Notte d’estate

Standard

luna-piena

C’era la luna,

risplendeva piena

sulle alte canne

flessibili e sonore

al tenue vento.

Isole restavamo

senza casa né nome

sulla notturna spiaggia

tra le dune sabbiose

ascoltando noi stessi

nel silenzio d’amore.

Ci cullava la vicina voce

del musicale sciabordio dell’acqua,

il ritmico pulsare delle onde.

in noi era la notte,

totale spazio dell’unico

congiungerci alle stelle.

E guardavamo nella notte oscura

cadenti mondi,

improvvise comete

accese e spente

per un solo istante.

Fu quando mi baciasti

che il firmamento dolce

e vibrante cadde,

in quell’attimo eterno e irripetibile

tutte le stelle vennero a coprirci.

.

Annunci

Informazioni su Marisa Cossu

Sono una poetessa, scrittrice e pittrice, amante della letteratura, della musica e dell'arte. Per molti anni ho esercitato la professione di docente MIUR e psicopedagogista. Mi dedico a studi filosofici, psicologici e sociologici. Ho pubblicato diversi libri di poesia, saggistica e narrativa.

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...