Solitudine.

Standard

Solitudine, ti chiamo

tra la folla rumorosa,

nella babele dei linguaggi,

nel tormento delle passioni.

L’ Umanità delusa da se stessa

esibisce la vacuità del vivere,

la banale apparenza del mostrarsi

nell’ assurdo non esserci,

l’ assordante clamore degli stimoli

declinati in parole incomprensibili.

Ti cerco, dall’ immane estraneità

del mio essere, per sedare l’ ansia

di queste strade indifferenti,

di queste luci eccessive,

del ridere indistinto di una falsa gioia.

Riportami nel centro di me stessa

e ferma l’ orologio del mio tempo,

che non mi tocchi il cuore all’ improvviso

e il pensiero rimanga saldo e vivo.

Ho bisogno di quiete per scrivere,

pensare, iniziare ad amare

ciò che nel caos ho perso;

per calmare l’ angoscia del sentirmi

sola tra tanta gente. 

Annunci

Informazioni su Marisa Cossu

Sono una poetessa, scrittrice e pittrice, amante della letteratura, della musica e dell'arte. Per molti anni ho esercitato la professione di docente MIUR e psicopedagogista. Mi dedico a studi filosofici, psicologici e sociologici. Ho pubblicato diversi libri di poesia, saggistica e narrativa.

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...