Riflessione: Il potere comunicativo

Standard

Non credo che la comunicazione possa risolversi in un fatto prettamente tecnologico e neppure che il medium assicuri il passaggio delle idee così come vengono generate dal pensiero del comunicatore.I tre mondi costitutivi della comunicazione si incontrano nel multiforme universo della comunicabilità,ma di per sé non costituiscono una prova dell’ avvenuta partecipazione emotivo-intellettuale all’ evento comunicativo. L’empatia, che nasce dallo scambio verbale-non verbale, implica che il messaggio sia trasmesso e ricevuto correttamente mediante i “linguaggi” propri del contenuto trattato. Se è vero che “tutto” è comunicazione per il semplice fatto di esistere (esisto quindi comunico), è pur vero che non possiamo limitarci ad una sfera percettiva-sensoriale della relazione comunicativa; dobbiamo aggiungere qualcosa al nostro modo di parlare di “comunicazione”, altrimenti si cadrebbe in un meccanicismo schematico. Tutto comunica a tutti qualcosa che per ciascuno assume connotazioni diverse: nella decodifica, alla ricerca di costanti nella musica, nella poesia, nelle arti in genere, ci aiuta lo studio del linguaggio e dei linguaggi come dichiarato dalla “svolta linguistica” della filosofia del Novecento. Mi limito a queste osservazioni per non tediare il lettore … ma la mia riflessione continua. Marisa Cossu

Annunci

Informazioni su Marisa Cossu

Sono una poetessa, scrittrice e pittrice, amante della letteratura, della musica e dell'arte. Per molti anni ho esercitato la professione di docente MIUR e psicopedagogista. Mi dedico a studi filosofici, psicologici e sociologici. Ho pubblicato diversi libri di poesia, saggistica e narrativa.

»

  1. Argomento trattato interessantissimo quello della comunicazione,trattato con finezza e competenza, seguirò la seconda riflessione sull’argomento.Domenico

  2. La comiunicazione… questa grande negletta. Un tempo la comunicazione avveniva verbalmente e attraverso la scrittura ma era quella verbale la forma principale, perché dal contraddittorio faccia a faccio nascevano le idee e i concetti da trasmettere.
    Adesso il tutto si riduce alla semplice tecnologia: sms, chat, blog e tutto diventa asettico quasi innaturale.
    Aspetto la tua seconda parte.

  3. intanto la ringrazio per le visite al mio blog, poi le comunico che anche io mi interesso sia di comunicazione (attualmente sono una specie di facilitatore – partecipante in gruppi di mutuo aiuto) non come professionista ,ma come “persona interessata” un altro mio interesse pluriennale è la psicologia del profondo per questo le segnalo il mio autore di riferimento ( nel senso che io e questo autore procediamo in parallelo) questo autore si chiama Igor Sibaldi può farsi una idea guardando qualche suo video in youtube il fatto che questo filologo faccia continuamente riferimento alla bibbia e ai vangeli è per me do estremo interesse anche perché da sempre trovo il suo approccio di estremo interesse.

  4. Cari amici del blog , come potete vedere visitando i miei articoli, ora c’ è anche l’ intervista rilasciata dopo l’ incontro con i miei lettori svoltosi al caffè letterario Ubik di Taranto. Vi sarei grata per un momento di ascolto. Vi ringrazio per la pazienza e la cortesia. Un saluto. Marisa Cossu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...