Il dolore: Notte

Standard

Giotto-Scrovegni.1.Ridotta[1]  ( Giotto, Cappella degli Scrovegni)

Si è spenta in un attimo
la luce,
un muro è sceso
d’erba cresciuta in fretta.
Subito e impenetrabile
è avanzata nel giardino,
si è innalzata l’edera
tra due battiti di ciglia.
Repentina
la notte ha mutato
ragnatele di nuvole
in ricordi,
i ricordi in sospiri.
Ogni colore è tramontato
dietro il sole dell’orizzonte,
la notte è senza luna.

Annunci

Informazioni su Marisa Cossu

Sono una poetessa, scrittrice e pittrice, amante della letteratura, della musica e dell'arte. Per molti anni ho esercitato la professione di docente MIUR e psicopedagogista. Mi dedico a studi filosofici, psicologici e sociologici. Ho pubblicato diversi libri di poesia, saggistica e narrativa.

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...