L’ Arca dei poeti

Standard

images[4] (2) Una riflessione in versi sulla poesia, sempre più inascoltato messaggio profetico, nella inaudita violenza dell’ uomo.

 

E venne il tempo dell’ Arca dei poeti:

non c’era posto per la poesia

nell’ imperante e tragica

guerra dell’ Ecumene;

l’ Arca si riempì di parole

nascoste nelle stive più scure,

dove nessuno le cercò,

dimenticati semi

tra gli altri, destinati al futuro.

Diluviò sulle pianure, sui monti,

sulle concave valli inondate,

grandi mari salati, e piovve

sulle sacrificate creature.

Le parole si immersero nel cuore

dei sopravvissuti custodi,

impauriti e silenti, chiamati al buio

dall’ inutilità del proprio esistere.

E divennero segrete ombre

prigioniere e assopite,

battute dal lavacro di pioggia,

nascoste e indifferenti

nell’ immane violenza universale.

Chi salverà quei semi dall’oblio,

dal sonno della mente!

Se solo apparisse

la promessa pace…

Se ci fosse qualcuno ad ascoltare,

a sentire il cuore dei poeti

chiusi ancora nell’ Arca

per la violenza esplosa

nell’ annunciata e folle

catastrofe dei mondi .

Annunci

»

    • Penso che la poesia non possa fiorire in un mondo come questo caratterizzato da tanta violenza e da tanti orrori…e il cuore dei poeti attende di potersi esprimere con forza. Un caro saluto. Marisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...