I ponti

Standard

tronto2[1]

Il fascino dei ponti,

quando l’acqua si gonfia,

straripa dagli argini

e gli archi restano nell’aria

sospesi come navi di pietra

spezzate dalla tempesta,

affondano nel vortice dei flutti.

Su questi ponti immagino

la mia dimora di non senso,

travolta con te nell’incanto del vuoto,

due in uno, anima e corpo.

l’io e il tu, nel lento annullarsi

di pietra dell’esistenza.

Eppure qualcosa ha spiccato il volo

in alto nel cupo azzurro della notte,

 non saprei dire se è pietra o alito

parola o carne, anima o corpo,

quale doppio di me

si sia disciolto per ritornare.

Da ore penso di lasciarmi andare,

di avvolgermi nella piena del fiume,

ma tutto accade senza che sia  voluto:

è necessario stringerti in questo nulla

dov’ è  l’eternità tra  vita e  morte.

©Marisa Cossu

Annunci

Informazioni su Marisa Cossu

Sono una poetessa, scrittrice e pittrice, amante della letteratura, della musica e dell'arte. Per molti anni ho esercitato la professione di docente MIUR e psicopedagogista. Mi dedico a studi filosofici, psicologici e sociologici. Ho pubblicato diversi libri di poesia, saggistica e narrativa.

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...