Archivi giornalieri: dicembre 19, 2015

Recita di Natale

Standard

" Vola alta parola"

imagesNLEK3VVQ

Il fatidico giorno è arrivato. Stanchi, stressati ed entusiasti, alunni ed insegnanti si dedicano con frenesia agli ultimi preparativi della recita nella grande aula destinata a teatro dell’ esibizione. Gli alunni trasportano con gran rumore le sedie da diverse aule, aiutati da bidelli scontenti e brontoloni; i più vivaci approfittano della situazione per dar sfogo alla contenuta iperattività di quelle ore cruciali, altri esplorano la scena o si nascondono dietro il grande tendone azzurro trapunto di stelle dorate. Luigi non si muove: sempre accanto a me, stringe tra le mani un lembo di tenda azzurra a coprire la metà del viso; se mi allontano, mi trattiene per la giacca. Luigi è il bambino “che non sa leggere, che non comunica come gli altri”. Schivo e taciturno, tuttavia non rifiuta di stare con me in questa emozionante avventura.

Disposte le sedie in file ordinate, ora iniziano ad arrivare i genitori e i…

View original post 726 altre parole

Wishlist natalizia- Tag

Standard

wishlist-natalizia-tag-1[1]

 

Ringrazio http://iriseperiplo.wordpress.com per l’affettuoso pensiero e mi accingo a rispondere forse in modo inadeguato o sorprendente.

Per me non desidero nulla che non abbia già e che ha reso fotunata e felice la mia vita; non sono i beni materiali che mi attraggono e che mi fanno sognare: i miei sogni sono riposti nell’amore, nella poesia, negli affetti fondamentali e in alcune idee di valore sulle quali si è strutturata la mia personalità, il mio modo di concepire la vita e il rapporto con gli altri. Posso desiderare che su di me e su tutti i poeti scenda la divina Poiesis con meravigliosi doni di visione e creatività e che sia sempre carica di significato, senso e originalità.

Nel mondo contemporaneo la poesia è necessaria quanto la riflessione sui temi che segnano la nostra società e che spesso  appaiono lontani , avulsi da una quotidianità sempre più impellente. Direi che la poesia può dar voce alle tante immagini che ci sconvolgono o ci allietano, liberando emozioni non superficiali, sentimenti.

Guardare verso  l’altro, comprenderne le ragioni, accogliere, uscire da noi stessi per incontri ravvicinati con la diversità di cui tutti siamo espressione unica e, infine, portare in noi la comunicazione di quanto accade, perché possiamo gridarla dalla nostra interiorità…

Se posso permettermi,  è questo l’augurio che sento di trasmettere a tutti voi.

Con affetto. Marisa

Dono il TAG a tutti gli amici che hanno la pazienza di leggermi.

AUGURI!