MUSICA

Standard

kand45[1]

Kandinsky e la musica

Aprimi l’anima.

Rubami il piccolo assoluto io

che l’infinito trascina tremante

nella percezione della bellezza.

Posami in una fresca cascata,

nel fragore dell’uragano e dammi pace

nel diradarsi di fragili nuvole bianche.

Confondimi alla sonorità della terra

nel pacificato spartito della melodia,

al musicale dialogo che s’acqueta

dopo aver pianto nel respiro del vento.

Prendi  la mia poesia che con te vive;

Nel finito universo senza eco

 siano fresche note le parole,

la tua voce immortale. Ti ascolto

…e mi si ferma il cuore.

Marisa Cossu

Annunci

»

  1. Pingback: MUSICA | l'eta' della innocenza

  2. Beh, è proprio il caso di dire che questa è un’altra “musica” di fronte alla mia stonata melodia!

    Una nota di colore: pochi giorni fa la mia nipotina Martina, 5 anni il prossimo luglio, ha detto a mia moglie che aveva fatto dei disegni “come Kandisky”, lasciandola esterrefatta: la maestra aveva parlato alle sue alunne di Kandisky e di Van Gogh, invitandole a fare dei disegni prendendo esempio dai loro quadri…
    Mia nipote, almeno finora, già da anni non fa altro che disegnare, colorare, raffigurare… ecc. Spero che imparerà anche a “poetare”!

    • Certamente, il sentire è presente adesso e crescerà con la piccola. Educatela al bello, alla musica, alla lettura e all’immagine in modo da integrare la cultura dici tale con una formazione equilibrata della persona. Auguri affettuoso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...