Archivi tag: ragazzi

Case

Standard

M. Sironi, Paesaggio urbano con camion 1920-21

Sfilano davanti a me

le finestre dei caseggiati

come quadri parlanti,

con i davanzali di gerani,

le belle ragazze affacciate

che intrecciano i capelli;

gli anziani sul balcone di ferro

con un grosso cane bianco,

le tende leggermente mosse

da un filo d’ aria di scirocco;

i colori delle persiane,

le pareti chiare e i tetti

sorvolati da voraci gabbiani.

Sfilano i ragazzi spavaldi

con i libri sotto il braccio

su motorini e biciclette;

una bottega alza la saracinesca

e riprende lentamente il lavoro.

E’ come se tutto fosse fermo

all’immagine delle case del sole,

le case di riviera in cui entravo

imprudente per immaginarvi la vita;

un quadro in cui ero dipinta

allegra nella veloce corsa

che il tempo, consumato altrove,

non ha intaccato o scalfito.

E ancora vive l’icona azzurra

della mia fantasiosa giovinezza

in una cornice di ricordi.

Solo che molti di quelli

che conoscevo non ci sono più

ed altri sono usciti dal quadro;

ora restano in casa fragili,

si chiudono per non vedere

e, forse, per non essere visti.

PERIFERIE

Standard

48244291[1]

Quartiere Paolo VI, Taranto. Foto dal web.

Le strade della mia città

portano al mare,

si attorcigliano

in vicoli di pietra,

s’ inoltrano in piccole piazze,

attraversano la consuetudine

dei passi in ricordi di tenerezza.

Rassomiglio a quei vicoli,

nasco da quelle pietre,

dall’ odore salmastro dei muri scoloriti.

Il cuore è il Borgo:

qui non ho mai pensato

che vi fosse, oltre le necropoli,

la vasta periferia di tufo,

il cemento dei palazzi allineati

in file di alveari;

non ho mai pensato a quei luoghi

come ad una estensione della mia vita;

eppure dai quartieri arrivano

frotte di allegri ragazzi,

si riversano nelle arterie fino al cuore

con essenziale energia;

eppure di notte le case di tufo

racchiudono sogni di vite nuove,

accendono lampade nei viali

per dichiarare che esistono,

si allineano ora ai pensieri

nella periferia della mia anima.